Prestiti e Finanziamenti

Prestiti per Pensionati

I prestiti per pensionati, così come tutti gli altri finanziamenti, possono essere richiesti sia tramite le banche tradizionali che online.

Nella maggior parte dei casi, salvo alcune particolari promozioni, richiedere un finanziamento online è sinonimo di risparmio. Questo accade perchè la richiesta di un prestito online prevede meno burocrazia e questo per le società finanziarie comporta una minore gestione delle pratiche ed una minore perdita di tempo che si trasformeranno in un costo minore per il cliente.

prestiti pensionati

Per i pensionati che hanno la necessità di richiedere un prestito personale ci sono diverse possibilità e alcune di queste, come ci viene segnalato anche dalla guida ai prestiti online per pensionati, potranno essere utilizzate anche dai protestati e dai cattivi pagatori.

Il sistema più semplice per ottenere un finanziamento per protestati o nel caso si fosse iscritti al Crif è la cessione del quinto della pensione. Si tratta di un prestito non finalizzato che potrà essere utilizzato al pari di un qualsiasi altro finanziamento liquidità. Ciò significa che chi richiede la cessione del quinto della pensione può avere una somma di denaro da destinare agli scopi che preferisce senza dover sottostare a vincoli da parte della società finanziaria.

Per quello che riguarda la cessione del quinto della pensione, il pensionato potrebbe essere limitato da due diversi punti di vista. Il primo è che per poter richiedere questo finanziamento è necessario avere una quota di reddito cedibile. Questo significa che pagando la rata mensile, che verrà detratta sul cedolino della pensione dall'ente pensionistico, il pensionato dovrà restare con un importo in pensione superiore a 501,89€, somma che, secondo la Legge Italiana, viene considerata come pensione sociale, detta anche pensione minima e corrisponde alla somma di denaro che ogni mese un pensionato dovrebbe percepire per il suo degno sostentamento.

Il secondo limite della cessione del quinto della pensione è imposto dall'età. Il pensionato dovrà avere un'età massima al termine del finanziamento che solitamente viene imposta a 75 anni. Questo non è un limite fisso, alcune società finanziarie hanno deciso di applicare questo limite a 80 anni, altre anche qualche anno in più.

I pensionati che non riescono ad ottenere il finanziamento con cessione del quinto della pensione perché magari percepiscono una pensione troppo bassa per poter pagare la rata mensile o hanno un’età superiore a quella massima consentita possono richiedere un prestito vitalizio ipotecario.

Il prestito vitalizio ipotecario è un finanziamento richiedibile da tutte le persone che hanno un’età maggiore a 65 anni e sono proprietari di un immobile che viene utilizzato ad uso residenziale. Qui il funzionamento del prestito in relazione all’età del cliente avviene con un sistema completamente contrario. Maggiore è l’età del cliente e più sarà facile che la richiesta di finanziamento venga approvata. Il pensionato non dovrà preoccuparsi del pagamento delle rate, il debito non dovrà essere rimborsato da lui ma dai suoi eredi che, se non vorranno occuparsene potranno decidere di lasciare la proprietà della casa su cui è stata accesa l’ipoteca nelle mani della banca che si è occupata dell’erogazione del denaro.